EMDR

PRENOTA ORA!

Utilizza il form per inviarci la tua prenotazione
Ti contatteremo il prima possibile per la conferma

26 Febbraio 2019

EMDR

L’E.M.D.R. (Eye Movement Desensitization and Reprocessing) è un metodo innovativo utilizzato in psicoterapia che consiste nel rielaborare, attraverso l’uso della stimolazione bilaterale, ricordi che sono stati immagazzinati nel nostro cervello in maniera disfunzionale a causa di un trauma, inteso come evento singolo (incidente, malattia, lutto, catastrofe naturale, episodi di violenza subita o assistita) o di una storia traumatica, ovvero eventi continuativi o ripetuti che hanno segnato particolarmente la nostra vita o la nostra infanzia e hanno lasciato segni indelebili nel nostro modo di percepire e pensare noi stessi e gli altri, nel nostro modo di comportarci e di relazionarci.

Nel caso di un trauma singolo ciò che accade è che, a causa della forte intensità emotiva sperimentata a causa di un evento spesso imprevedibile e che ci sembra sopraffare, il nostro cervello non ha la possibilità di elaborare e immagazzinare l’informazione o il ricordo in modo ottimale. La memoria di quell’evento rimane, come congelata, in un angolo del nostro cervello in una dimensione senza tempo. Così accade che a distanza di mesi o di anni il ricordo di quell’evento è in noi

ancora forte e quando, per quanto magari ci si sforzi di non pensarci, viene alla mente risulta ancora carico di tutte quelle emozioni e sensazioni fisiche disturbanti che abbiamo sperimentato all’origine, come se il tempo non fosse mai passato. Traumi di questo tipo spesso generano sintomi quali l’ansia, la depressione, l’apatia, l’eccessiva attivazione (una sensazione di essere sempre in allerta) o emozioni quali la rabbia, la vergogna, la paura.

Nel caso di eventi meno appariscenti ma che possono aver avuto un effetto stressante continuativo o ripetuto nel tempo, magari accaduti durante l’infanzia (come abbandoni, separazioni, umiliazioni, trascuratezze) si verificano cambiamenti nel nostro modo di percepire, di giudicare noi stessi e gli altri e conseguentemente di comportarci e relazionarci. Ciò può generare insicurezze, paure, ansie, attacchi di panico…La ricerca scientifica in questo campo ha documentato che eventi di questo tipo modificano specifiche aree del cervello e compromettono la possibilità di condurre vite serene e realizzate.

L’E.M.D.R. interviene sia nel caso di evidenti traumi singoli, sia di quelli meno visibili ma ripetuti o continuativi dando la possibilità al cervello, attraverso la stimolazione alternata dei due emisferi cerebrali, di elaborare in maniera adeguata quei ricordi o quelle informazioni che sono state immagazzinate in passato in modo disfunzionale. La memoria di quello o di quegli eventi viene recuperata, lavorata, connessa col resto delle informazioni presenti nel cervello e finalmente ricondotta nel passato, guardata da una prospettiva adulta e lasciando libera la persona dalla sperimentazione continua di emozioni e sensazioni disturbanti.

La stimolazione alternata dei due emisferi cerebrali (destro e sinistro), che contribuisce ad una migliore integrazione delle informazioni, viene effettuata prevalentemente utilizzando i movimenti oculari: il paziente segue, con gli occhi, le dita del terapeuta che le sposta da destra a sinistra seguendo procedure e tecniche apprese nella formazione. La stimolazione bilaterale può avvenire anche usando altri canali, ad es. quello sonoro o tattile.  Tutto si svolge con la piena consapevolezza e partecipazione del paziente, che è il vero attore e regista del suo cambiamento. Il terapeuta offre gli strumenti e la sua preparazione; guida il paziente verso un processo di guarigione a cui ogni organismo tende per sua natura, aiutando a rimuovere ostacoli e a superare blocchi laddove questi si presentino.

 

Numerosi studi documentano l’efficacia di questa pratica e i cambiamenti che avvengono, in modo duraturo, nel cervello. Inoltre, i risultati ottenuti con l’E.M.D.R. possono essere anche molto rapidi.

 

Categorie

Articoli , Informazione medica , News

Tutti gli articoli
Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Accetto Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.